Detrazione fiscale per le schermature solari

Con il DL n.34/2020, c.d. Decreto Rilancio, convertito con modificazione in legge n.77/2020 il Governo ha introdotto la possibilità di accedere all’Ecobonus del 50%. Ha inoltre dato la possibilità di beneficiare di un ulteriore incentivo fiscale, il Superbonus, del 110% sul costo di determinati interventi edilizi volti a migliorare le prestazioni energetiche.
Le schermature solari rientrano negli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti e come tali godono di una detrazione fiscale del 50% (Ecobonus) o 110% (Superbonus).
La detrazione fiscale è una diminuzione delle imposte dovute perché, nel caso specifico, sono state sostenute delle spese destinate a migliorare l’efficienza energetica degli edifici esistenti.
Per ottenere la detrazione le schermature solari devono rispondere ai seguenti requisiti fondamentali:
– devono essere applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall’utente
– devono essere a protezione di una superfice vetrata
– possono essere installate all’interno, all’esterno o integrate alla superfice vetrata
– devono essere mobili
– devono essere schermature “tecniche” e possedere livelli di prestazione della classe di schermatura solare energetica pari a gTot <0,35
– per le schermature solari sono ammessi gli orientamenti da EST a OVEST passando per SUD e sono pertanto esclusi NORD, NORD-EST e NORD-OVEST. Per le chiusure oscuranti (ad esempio persiane, avvolgibili, tapparelle) sono ammessi tutti gli orientamenti.
– devono possedere una marcatura CE del produttore
– devono rispettare le leggi e normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica.
Le schermature solari hanno una agevolazione fiscale massima di € 60.000,00. L’importo detraibile è pari a € 230,00 al Mq., al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie.